WMS by Viasat, la nuova Soluzione a 360° per il Waste Management

Di Luca Moretti, Vice Presidente ANTHEA e Gianni Barzaghi, CEO DATAMOVE

Il settore dei servizi ambientali in Italia, in particolar modo la gestione dei rifiuti urbani e speciali e l’applicazione della misurazione e tariffazione puntuale, è fra le realtà più complesse a livello gestionale e attraversa da anni una fase di continua trasformazione.
Enti e Aziende in ambito pubblico e privato si trovano ad affrontare processi fortemente articolati e spesso frammentati, con la necessità di adempiere alle prescrizioni dettate dalla normativa vigente con risorse e tempi sempre più ristretti. Per tali realtà diventa ormai un obbligo rispondere con solide soluzioni ERP e IoT basate su innovative architetture ed infrastrutture tecnologiche.
In questo scenario si inserisce la nuova suite WMS – Waste Management Solutions. Una soluzione che coniuga tre know-how tecnologici di eccellenza, quelli di Viasat, Anthea e Datamove, tutte società del Gruppo Viasat, per fornire alle imprese una suite completa e affidabile per la gestione dell’intera filiera dei servizi ambientali e del waste management tramite una piattaforma unica che unisce avanzati sistemi ERP con innovativi dispositivi IoT. Anthea e Datamove si candidano quindi come partner e unico interlocutore, verso il cliente, in grado di supportare tutte le fasi di progetti complessi e consentire ad aziende, amministrazioni ed enti di poter gestire al meglio le sfide di Misurazione, Tariffazione Puntuale e gestione Ambientale verso l’Economia Circolare.
WMS significa gestione completa dei processi inerenti i Servizi Ambientali, di Misurazione Puntuale e Tariffazione, Conservazione Digitale dei dati e applicazioni sul modello Smart City in una unica piattaforma condivisa, in grado di rispondere a scenari e ambiti di applicazione non più affrontabili con singole soluzioni verticali. Garantisce ai clienti soluzioni performanti, servizi avanzati e assistenza costante per rispondere alle continue esigenze di cambiamento ed evoluzione delle imprese, massimizzandone efficienza e competitività.
La Tariffazione Puntuale, che si rifà alla Direttiva Europea 2008/98/CE è indicata come strumento verso l’economia circolare ed i rifiuti zero, che prevede il calcolo della tariffa non più basato esclusivamente su costi fissi, ma in base alla reale produzione di rifiuto conferito dall’utente che “paga per quanto produce”. Non si tratta di nuovi strumenti; la domanda è come applicarli correttamente, considerando l’intero sistema di prodotti, materiali e servizi in un’economia circolare. L’applicazione della Tariffa Puntuale rende fondamentale l’adozione di sistemi ERP e IoT che permettano la gestione di ogni processo e la sicurezza e certificazione di ogni dato acquisito.

Se ti piace, condividi!