Viasat tra i Top Players Mondiali

Di Marco Petrone Corporate Development Manager, VIASAT GROUP

Crescere all’estero è un processo delicato che richiede molta determinazione e attenzione. Noi di Viasat abbiamo 5 punti fermi, 5 regole, per approcciare ai mercati internazionali.


Anzitutto è importante studiare e conoscere i mercati di destinazione, le barriere funzionali, amministrative e fiscali che potrebbero ostacolare la crescita in un contesto non adeguatamente conosciuto e agire conseguentemente. È bene poi individuare un partner locale con cui condividere un percorso di crescita e sviluppo, sfruttando la sua conoscenza e comprensione del contesto competitivo. Così come investire su quei mercati a più alto tasso di sviluppo per i prodotti e i servizi al centro della strategia d’internazionalizzazione, posizionandoli in maniera competitiva. È anche buona regola affidare la gestione a un management locale; oggi non è più importante trasferire il know how, ma strutturare adeguatamente il proprio saper fare su quel mercato specifico. Infine, è necessario investire in nuove professionalità, nei giovani con competenze multilinguistiche e negli strumenti di management innovativo. Solo così si può innovare, come il Made in Italy ha insegnato, e vincere la sfida competitiva.
Queste poche ma fondamentali regole sono alla base del processo di internazionalizzazione di Viasat Group, avviato nel 2012 con la costituzione in Spagna di Viasat Servicios Telemáticos è continuato nel 2014 con l’acquisizione del 70% del capitale sociale di Enigma Vehicle Systems LTD. Nel 2015 è la volta della Romania, con la nascita di Viasat Systems per effetto di un’operazione che ha portato il Gruppo a rilevare il 55% del capitale sociale di Cefin Systems. Infine, ad inizio 2016, la costituzione in Portogallo della newco BluSat Serviços Telemáticos, e l’acquisto del 100% della società di diritto polacco CMA Monitoring. A questo punto del percorso, Viasat può contare su una presenza diretta nei Paesi europei di maggiore interesse per la diffusione delle tecnologie satellitari e una copertura indiretta in quasi 25 Paesi tra Africa, Medioriente e America Latina, attraverso rapporti di distribuzione con operatori locali. Una propensione sempre più internazionale dimostrata anche dalla crescita del fatturato delle consociate estere, già arrivato al 20% del totale.
Quello a cui stiamo assistendo oggi è un passaggio importante nel quadro di un più esteso piano di crescita sui mercati internazionali che conferma la presenza di Viasat tra i Top Players mondiali. Volevamo e vogliamo essere un polo di attrazione e aggregazione delle eccellenze locali, oltreché un Service Provider di riferimento per la clientela che opera a livello globale. E la strada tracciata da qualche anno a questa parte, va certamente nella giusta direzione.

[English Version]

Viasat one of the World’s Top Players
Marco Petrone Corporate Development Manager, VIASAT GROUP

Foreign growth is a delicate process that requires great determination and focus. We at Viasat have five beliefs, fives rules for approaching international markets. First, it is important to study and know the target markets, the functional barriers, administrative and tax that could hinder growth in an inadequately known context and to act accordingly. It is then good to identify a local partner with whom to share a path of growth and development, leveraging its knowledge and understanding of the competitive environment. In this way we invest in those markets with the highest growth rate for the products and services at the core of our internationalisation strategy, positioning them competitively. It is also a good idea to entrust the running to local management. We no longer need to transfer know-how, but rather to properly structure know-how on that specific market. Finally, we need to invest in new skills, in young people with multilingual skills and in innovative management tools. Only in this way can we innovate, as Italian manufacturing experience has taught us, and win the competitive challenge. These few but crucial rules are the basis of the Viasat Group‘s internationalisation process that kicked off in 2012 with the establishment in Spain of Viasat Servicios Telemáticos and continued in 2014 with the acquisition of 70% of share capital of Enigma Vehicle Systems LTD. In 2015 it was the turn of Romania, with the creation of Viasat Systems following a transaction that gave the Group a 55% stake in Cefin Systems. Finally, early 2016 saw the establishment of the new Portuguese company BluSat Serviços Telemáticos, and the total buyout of Poland’s CMA Monitoring. At this point on its path, Viasat has a direct presence in Europe’s most interesting countries as regards the spread of satellite technology and an indirect coverage in nearly 25 countries across Africa, the Middle East and Latin America, through distribution relationships with local operators. This increasingly international propensity is reflected by the growth in sales of its foreign affiliates, already 20% of the total.

What we are witnessing today is an important step in the context of a larger plan for growth in international markets, thus confirming Viasat’s status as one of the world’s Top Players. We wanted and we want to be a centre of attraction and aggregation of local excellence, as well as a benchmark Service Provider for customers operating globally. And the path followed for some years now is certainly heading in the right direction.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Se ti piace, condividi!