Di Marco Annoni, CEO VEM SOLUTIONS

La sharing economy sta modificando radicalmente la modalità di spostamento degli utenti, soprattutto tra le nuove generazioni: più aumenta l’offerta di mezzi in condivisione (auto/bici/moto) e più le persone si adegueranno. Si tratta di un processo inarrestabile, nonostante rimarrà sempre una parte della popolazione che probabilmente resisterà ai cambiamenti in atto. Perché è bene ricordarlo, siamo un Paese di automobilisti incalliti; quando si parla di mobilità, vince ancora per distacco l’auto. E sul tema, siamo stati dei precursori dell’eCall europeo, come del resto è nel nostro DNA tecnologico. Non a caso, da molti anni, offriamo ai nostri clienti – con le Black Box assicurative o gli antifurti satellitari – il servizio di chiamata di emergenza automatica in caso di incidente per garantire il massimo della sicurezza H24, 365 giorni l’anno. Se il sistema di bordo rileva un urto, invia immediatamente un alert automatico alla Centrale Operativa Viasat che è in grado di collegarsi in vivavoce con l’automobilista (in particolare per i dispositivi installati a parabrezza come l’sosCall) per verificare la situazione e inviare tempestivamente i soccorsi se necessario. Laddove la rapidità dell’arrivo dei soccorsi può contribuire a ridurre i rischi e salvare delle vite umane, il sistema ‘private eCall’, che coniuga l’IoT con tecnologie elettroniche dotate di GPS, ha un impatto sociale di enorme rilevanza e pone Viasat all’avanguardia nel mondo nei servizi disponibili, grazie all’utilizzo delle tecnologie di telematica applicate ai veicoli. Ora, grazie all’accordo tra AREU, di concerto con il MiSE, e TSP Association – che si estende anche a Viasat – in Italia saremo in grado operare un servizio analogo al Sistema eCall europeo per tutti i veicoli dotati di Scatola Nera (solo Viasat gestisce in Italia, un parco veicoli di oltre 700 mila veicoli, potenzialmente interessati dal sistema eCall che possono generare migliaia di segnalazioni). A questo si aggiunge anche il coinvolgimento di VEM Solutions, società di Ricerca & Sviluppo del Gruppo Viasat, nel Progetto Europeo sAFE che eredita quanto fatto nelle tre precedenti iniziative pilota europee HeERO, HeERO2 e iHeERO. Queste ultime hanno sviluppato e validato l’architettura di servizio eCall pubblico e TPSP eCall attualmente in esercizio, ponendo le basi per l’estensione del servizio a tutte le categorie di veicoli (motoveicoli, veicoli commerciali, camion), attualmente non contemplate, per adeguare il sistema all’evoluzione delle tecnologie di rete (NGeCall – Next Generation eCall), nell’ottica di un processo di certificazione per l’after-market eCall, oggetto del progetto sAFE.

Non ci sono post correlati.