Di Raúl González Rodrigo, Head of BU Fleet VIASAT TELEMATICS

Il 2020 è stato segnato dagli effetti devastanti dell’emergenza sanitaria del COVID-19 che hanno riguardato anche il mondo del trasporto e della logistica. In particolare, le maggiori conseguenze sono dipese dallo stop produttivo delle attività industriali e commerciali non essenziali in molti Paesi europei. Per quanto la pandemia abbia colpito duramente alcuni segmenti della logistica, il comparto ha mantenuto un ruolo fondamentale nel garantire la continuità dell’approvvigionamento di beni essenziali e la distribuzione di materiale sanitario. Non a caso è stato uno dei settori che ha continuato l’operatività anche nel corso del lockdown. Per riparare i danni causati dal Coronavirus, i leader dell’UE hanno concordato un pacchetto articolato di 1.824,3 miliardi di euro, tra budget europeo settennale e Recovery Fund, a sostegno degli investimenti per la transizione verde e quella digitale in uno sforzo straordinario per mobilitare la ripresa. In ogni caso il rilancio economico non dipenderà solo dall’evoluzione della pandemia nei vari Paesi, ma anche dalla struttura di ciascuna economia e dalla capacità delle aziende di rispondere, secondo le proprie performance imprenditoriali. In tal senso Viasat non ha mai smesso di fare la sua parte, in tutti i Paesi dove è presente attraverso le sue consociate. Quello che serve oggi al settore del trasporto merci e della logistica, per aumentare i volumi, abbattere i costi, ridurre l’impatto sull’ambiente e aumentare la sicurezza sulle strade, è un’enorme capacità d’innovazione tecnologica e di rinnovamento dei processi. Due ambiti che trovano nell’offerta globale del Gruppo Viasat un ampio ventaglio di soluzioni, in grado di supportare le aziende di autotrasporto nell’obiettivo di migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi, riducendo contestualmente i costi.
In Spagna, ad esempio, la gestione telematica del parco veicoli continua ad essere una tendenza del mercato, ulteriormente accelerata dal COVID-19. In terra iberica, Viasat Telematics si propone come partner affidabile per affiancarsi ai propri clienti con soluzioni tecnologiche, in grado di ottimizzare le attività, ridurre le inefficienze e i costi, incrementando conseguentemente la produttività delle flotta. Tale approccio si estende anche a processi non strettamente correlati al monitoraggio dei mezzi. Ne è un esempio il servizio Transfer Control,
di grande attualità, che permette di rilevare le presenze dei lavoratori in azienda e in mobilità (entrata e uscita, trasferte, autisti, dipendenti fuori sede, ecc.), attraverso i dispositivi di bordo o App, per sapere a che ora e in quale luogo è iniziata l’attività. Un sistema che soddisfa quanto previsto obbligatoriamente dalla normativa vigente in Spagna dal 2019. In Romania, la Viasat Systems ha avviato un importante progetto di geolocalizzazione satellitare dei mezzi per il Corriere FAN, la più grande compagnia di spedizioni rumena. In Belgio, Viasat Connect (ex Emixis) prosegue nello sviluppo della propria rete commerciale indiretta, guardando non solo all’Europa, ma anche all’Africa e al Medio Oriente. Nell’ambito di questa strategia, all’inizio di quest’anno, è stata sviluppata la soluzione E-lock, un dispositivo GPS concepito per proteggere i container nelle diversi fasi del trasporto intermodale (nave, treno, camion). Nel Regno Unito, sull’onda della nuova normalità imposta dal COVID-19, si è registrata un’impennata dell’e-commerce che, evidentemente, si porta dietro tutte le esigenze di gestione del cosiddetto ultimo miglio. Un fenomeno che ha spinto anche la vendita di furgoni e veicoli commerciali leggeri, un segmento dove la consociata inglese Viasat Connect (ex Enigma Telematics), è particolarmente forte, grazie a una gamma di servizi estremamente specifica per il monitoraggio delle flotte e delle merci, nonché delle attività svolte, in ottica di efficienza e ottimizzazione della gestione. In Portogallo l’attività di Viasat Connect (ex-Trackit), così come in Francia (ex-Locster), si caratterizza per un’offerta di servizi evoluti al cliente, basati su sistemi di supporto alle decisioni (DSS) che garantiscono un livello sempre più elevato della qualità. In questo modo viene potenziato il processo decisionale e di empowerment dei clienti, rendendo più flessibile la capacità operativa e aumentando l’efficienza e la sicurezza della gestione quotidiana dei beni in mobilità. La Bulgaria e la Polonia stanno portando avanti un importante progetto per l’introduzione di un nuovo sistema elettronico nazionale di riscossione del pedaggio autostradale, secondo quanto previsto dalla Direttiva Europea sull’Interoperabilità dei Sistemi di Telepedaggio Stradale (2004/52/CE). In questo ambito, rientrano anche quelli che utilizzano la tecnologia GNSS (Global Navigation Satellite System), dove il ruolo dei dispositivi satellitari è quello di fornire i servizi di localizzazione necessari per il calcolo dei pedaggi, vale a dire fornire i segnali che consentono di determinare l’ora e la posizione di un veicolo rispetto a un settore sottoposto a pedaggio. Fuori dall’Europa, parlando del Cile, le attività Viasat Telematics (ex-MobileFleet) sono state riconosciute come servizi essenziali dalle autorità governative per garantire, anche nella difficile situazione di emergenza che si sta vivendo, il funzionamento della catena di distribuzione logistica del Paese. Il mercato cileno è un mercato emergente, relativamente nuovo, con clienti sempre più esigenti, ma con una domanda di mercato fortemente focalizzata più sui costi che sulla qualità del servizio. Nonostante questo il Gruppo si sta progressivamente affermando sul mercato con un’offerta competitiva in termini di prezzo, ma altamente professionale e di qualità. Il quadro descritto dimostra come Viasat stia tracciando un solco profondo nel mercato della telematica satellitare in Europa (e non solo), attraverso un’offerta globale che poggia su soluzioni integrate, semplici, sicure e, nel contempo, innovative. Tutto questo per dare un vantaggio competitivo ai propri clienti nella gestione quotidiana delle attività e dei processi, in modo da poter anticipare e soddisfare sempre le esigenze della propria committenza. Allo stesso tempo l’ecosistema Viasat consente un’efficienza complessiva nella gestione delle flotte e delle attività connesse al trasporto e alla logistica delle merci, i cui benefici, nel breve-medio periodo, potranno contribuire a una trasformazione significativa dei modelli di business con performance evidenti e misurabili di assoluta eccellenza.