Tag Archives: tecnologia

Alla Conquista del Waste

A cura di Luca Moretti, Vice Presidente Anthea e Gianni Barzaghi, CEO Datamove

Negli ultimi anni si è assistito, prima in Europa e a seguire in Italia, alla crescita dei volumi di rifiuti prodotti e all’incremento della complessità della loro gestione. Gli sforzi verso una maggiore sensibilizzazione e le “best practices” non sono più episodici: cominciano così ad esserci esperienze di sistema, molte delle quali passano attraverso l’adozione della tariffa puntuale. “Il principio di base – spiega Luca Moretti, Vice Presidente di Anthea, azienda del Gruppo Viasat specializzata nella fornitura di soluzioni per la gestione integrata dei servizi ambientali – è piuttosto semplice: ʻchi inquina pagaʼ o meglio ancora pago per quanti rifiuti produco.

A proposito di Scatola Nera

A cura dell’ANIA

Lo sviluppo delle Scatole Nere in Italia è stato fortemente legato all’evoluzione generale della tecnologia che ha impattato enormemente sui prodotti assicurativi che prevedono appunto l’utilizzo di strumenti telematici abbinati a polizze di copertura di responsabilità civile auto. Se inizialmente (alla fine degli anni novanta) si trattava di apparecchi tecnologici con finalità essenzialmente di antifurto e che consentivano la geolocalizzazione del mezzo, nella seconda fase (avviatasi a metà degli anni duemila) gli strumenti sono divenuti via via più sofisticati (includendo accelerometri e servizi di assistenza in caso di crash) e hanno consentito formule tariffarie per polizze a tempo o a chilometraggio predefinito (“pay as you go”). Ma è solo agli inizi di questo decennio che le Black Box hanno preso a monitorare lo stile di guida degli automobilisti dando il via allo sviluppo di tecniche di tariffazione sempre più sofisticate introducendo la cosiddetta practice del “pay how you drive”.

Persone oltre la tecnologia

Intervista con Domenico Petrone, Presidente Viasat Group

Tra le varie storie di aziende di un Paese in difficoltà e i dibattiti sulla crisi congiunturale, è bello vedere che c’è ancora un’Italia che cresce, che innova, che crea occupazione. È il caso di Viasat Group che, anche grazie al prezioso contributo diretto che ciascuna delle consociate estere offre nei propri Paesi, è entrata di buon diritto a far parte stabilmente del Made in Italy di successo a livello internazionale.

Connesso, social e multitasking. Ecco il nuovo intermediario assicurativo

Intervista con Saverio Zavaglia Direttore Generale OVERFORM GROUP

Per essere protagonisti del cambiamento in atto è necessario modificare radicalmente il proprio modo di agire, sfruttando le tecnologie telematiche satellitari per offrire nuovi servizi ai propri Clienti. È indispensabile imparare ad usarla a proprio vantaggio per aumentare la redditività della propria agenzia o società di brokeraggio. Non c’è altra via, non c’è una soluzione alternativa o intermedia. Il rischio è “l’estinzione”.

Mobilità 4.0: sicuri sulle strade del futuro

Intervista con Toni Purcaro, Managing Director DEKRA ITALIA SRL

Per compensare fino a un certo grado le lacune e gli errori comportamentali dell’uomo, l’industria automobilistica punta da anni sempre più su sistemi di assistenza alla guida che siano in grado di riconoscere situazioni critiche di guida e traffico, di segnalare pericoli e, in caso di necessità, di intervenire anche attivamente sulla guida. In merito all’obiettivo “Vision Zero” – vale a dire niente più morti o feriti gravi per incidenti stradali – gli ausili elettronici sono secondo gli esperti irrinunciabili elementi della sicurezza integrale e dovrebbero raggiungere una più alta affermazione sul mercato.

La diaspora dell’automobile

Di Pier Luigi del Viscovo, Direttore Centro Studi FLEET&MOBILITY
L’automobile ha accompagnato la società occidentale attraverso il secolo scorso, detto anche secolo breve, perché iniziato forse solo dopo la Grande Guerra. È stata molto amata, e anche molto odiata. È stata un simbolo, di libertà, di benessere, di non povertà, di opposizione politica, di sviluppo industriale, di progresso, di ritmi frenetici, di città congestionate, di passeggiate fuori porta, di spazio intimo, di strumento di socializzazione e chissà di quante altre cose.

Ti proteggo!

La Centrale Operativa è da sempre il cuore pulsante di Viasat. Nel 2016 abbiamo registrato quasi 2 milioni di interazioni tra i Clienti e i nostri 120 operatori distribuiti in 3 sedi. Abbiamo aiutato oltre 16mila persone coinvolte in incidenti e gestito oltre 2mila furti d’auto. La Centrale Viasat non abbandona mai il proprio cliente. Ascoltiamo direttamente le testimonianze dei protagonisti.

La sicurezza è servita

Intervista con Nicodemo Magliocca, Responsabile Operation VIASAT S.p.A.

24ore al giorno, sette giorni su sette, Natale, Capodanno, Ferragosto compresi. La Centrale Viasat non abbandona mai il proprio Cliente: grazie alla propria tecnologia e alla professionalità degli operatori, gestisce quotidianamente furti, incidenti, richieste di soccorso sanitario e meccanico o in caso di aggressione, inviando tempestivamente sul posto l’ambulanza, il carro attrezzi o le Forze dell’Ordine a seconda della necessità. Insomma, è il centro nevralgico di ogni servizio, un gioiello tutto made in Italy.

Occhio alla moto

Intervista con Corrado Capelli, Presidente Confindustria ANCMA

Si dice che “L’amore per la moto riesce, quasi per magia, a liberare l’energia imprigionata nel cuore degli uomini, e a illuminare i sotterranei dell’anima.” Questo è certamente vero perché viaggiare in moto è un evento piacevole, sarà per il senso di libertà che genera oltre che per la comodità in alcuni ambiti. Ma è anche una modalità di trasporto pericolosa, e i dati sull’incidentalità stanno li a dimostrarlo. Ma la tecnologia, in tale contesto ha già fatto molto per mettere in sicurezza il motociclista, e molto ancora potrà fare.

La prevenzione comincia in auto

Intervista con Francesco Medici, UOC Medicina d’Urgenza Pronto Soccorso Ospedale San Camillo Forlanini (Roma) e Consigliere Nazionale ANAAO ASSOMED

Nel paziente traumatizzato è necessario agire rapidamente ed efficacemente in condizioni logistiche spesso difficili. Il fattore tempo, quindi, rappresenta una delle variabili più importanti per la riuscita di un soccorso: più tempestivamente si interviene e prima si fa la diagnosi, prima si riesce a trattare correttamente il paziente. In questo senso la tecnologia, spesso, può fare la differenza tra la vita e la morte.