Paese che vai, Viasat che trovi

Di Marco Petrone Ceo VIASAT TELEMATICS e Direttore del Corporate Development VIASAT GROUP

Nel corso della celebrazione dei primi 40 anni di Viasat Group, il Presidente Domenico Petrone aveva annunciato un nuovo obiettivo aziendale che avrebbe caratterizzato tutte le susseguenti strategie di medio e lungo termine: “portare le tecnologie Viasat nel mondo”. Come tutte le società che operano nel settore della telematica, una volta deciso dove si vuole arrivare, occorre che venga definito un percorso che conduca alla destinazione prescelta. Tale percorso deve tenere conto della lunghezza delle strade, ma anche del tipo di velocità consentita, delle diverse condizioni esterne come il traffico, il tempo, la pericolosità, ecc. Per analogia, il team del Corporate Development che ha seguito la crescita internazionale del Gruppo Viasat, ha definito un percorso che conducesse là dove il Presidente desiderava che si arrivasse, tenendo conto di tutti questi fattori.
Il nostro viaggio ci ha così condotti in giro per l’Europa ma non solo, partendo dalla Spagna e dal Regno Unito, non a caso considerate le due aree geografiche di maggiore interesse in ambito di diffusione di servizi assicurativi telematici. Da un punto all’altro del Vecchio Continente, siamo passati direttamente in Romania, nell’estremo Ovest (in Portogallo) e poi ancora ad est (in Polonia). Siamo infine tornati al centro, in quel Belgio in cui si sono maggiormente venduti sistemi telematici per l’erogazione di servizi security, safety e assistance.
Tornando alla nostra route, siamo ripassati dalla Spagna per meglio attrezzarci per il mercato dell’America Latina, e in particolare per il Cile e l’Argentina, anche questi Paesi dove le esigenze di Car Connect, finalizzate all’erogazioni di servizi di sicurezza e assistenza, meglio si adattano all’originario core business di Viasat. Nessun problema dunque, anche perché in realtà esistono oltre una trentina di Paesi tra Africa e Medio Oriente dove collaboriamo proprio su questo fronte con partner locali, per un totale di 25 centrali di monitoraggio allacciate alle nostre piattaforme telematiche. L’ultima tappa di un giro che è appena iniziato, ci ha però riportati nell’est europeo, in Bulgaria.
Torino, Roma, Busto Arsizio, Treviglio, Noventa Padovana, Lisbona, Madrid, Alcalà de Henares, Bucarest, Sofia, Varsavia, Bytom, Bruxelles, Londra, Southen-on-Sea, Santiago del Chile, Buenos Aires… Viasat ha molte case dove le oltre 600 persone che lavorano con noi saranno felici di accogliere vecchi e nuovi partner per programmare un tratto di strada da percorrere insieme, verso obiettivi comuni. Se la strada è già segnata da oggi e per i prossimi anni, i nuovi buoni compagni di viaggio sono sempre ben accetti.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Se ti piace, condividi!