Intervista con Domenico Petrone, Presidente VIASAT GROUP

Presidente, il mercato sta cambiando velocemente sotto la spinta di un’evoluzione tecnologica che è in grado di modificare radicalmente i servizi che vengono erogati nel settore pubblico e privato. Quale sarà il ruolo di Viasat?

Da sempre siamo riconosciuti come soggetto di riferimento nel mercato che ha fatto dell’innovazione tecnologica la propria cifra stilistica per rispondere adeguatamente alle continue esigenze di cambiamento ed evoluzione che i nostri clienti ci richiedono, massimizzandone efficienza e competitività. Solo nell’ultimo anno abbiamo completato l’incorporazione di quattro società in Italia (Sherlock, Helian, Datamove e Anthea in Viasat) e una in Spagna (MobileFleet in Viasat Servicios Telemáticos). Nei prossimi mesi completeremo l’integrazione in un’unica legal entity di Emixis in Belgio e Locster in Francia. Un disegno che esprime chiaramente la nostra volontà di ampliare e razionalizzare il nostro ecosistema di soluzioni per tutti i nostri mercati di riferimento con un focus particolare su quello delle Smart Cities.

Quindi, non solo più assistenza, protezione e sicurezza a bordo dei veicoli, ma servizi a 360° per persone, aziende e pubblica amministrazione?

Non solo. C’è anche un’altra area dove è già in corso una straordinaria rivoluzione: l’analisi dei dati. L’Internet of Things, accelerato dal 5G, avrà un impatto enorme in tutti i settori nei prossimi anni, generando una mole importante di dati provenienti da una varietà enorme di sensori (auto, moto, bici, casa, infrastrutture, ecc.). La nostra soluzione Urban Security, per fare un esempio concreto, consente alle amministrazioni locali di poter monitorare il parco circolante per migliorare la sicurezza sulle strade, contrastando la drammatica piaga dei veicoli che circolano senza copertura assicurativa o revisione, autentiche mine vaganti in strada. In aggiunta consente anche di verificare tutto quanto connesso al territorio e al trasporto, come il congestionamento delle strade, il rilevamento della qualità dell’aria, la gestione dei parcheggi, la quantità di emissioni provenienti dalle aree industriali, il monitoraggio delle infrastrutture, lo spostamento delle sostanze pericolose, il rilevamento delle strade ad elevata rischiosità di sinistro, il monitoraggio delle zone boschive e altri servizi che hanno in comune la sicurezza del cittadino e del territorio.

Perché “prevenire è meglio che rischiare”…

La prevenzione è un tema estremamente caro a Viasat. Il primo antifurto satellitare, l’originale, nasceva con l’idea di prevenire il furto del proprio veicolo e, nel malaugurato caso ciò avvenisse, favorire un rapido ritrovamento dello stesso. Negli anni successivi abbiamo affiancato ai servizi di protezione del veicolo, anche quelli di assistenza e sicurezza dei nostri clienti alla guida, in caso di incidente, guasto o pericolo. In questo senso siamo stati dei precursori dell’eCall europeo. Mi piace ricordare come, proprio all’inizio di quest’anno, sia stato rinnovato l’accordo tra AREU (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) e TSP Association, organizzazione aderente a Confindustria Digitale, di cui Viasat Group è tra i fondatori, che regola l’accesso ai servizi di chiamata di emergenza erogati dalla Centrale Unica di Risposta NUE 112 da parte dei “Third Party Service Providers” (TPSP). Si tratta di un servizio che Viasat offre da diversi anni ai propri clienti con le black box assicurative o gli antifurti satellitari, garantendo un’assistenza H24 in caso di incidente, grazie alla propria Centrale Operativa.

I dati sono un autentico generatore di valore, come l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale, per una mobilità più automatica, sicura, efficiente e sostenibile. E le persone?

In Viasat crediamo fermamente che non vi possa essere sviluppo e crescita sostenibile, senza la componente dell’innovazione tecnologica, ma altresì siamo convinti che le persone continueranno ad avere un ruolo centrale in questo scenario. Da questo punto di vista, assumono ancora maggiore valore gli investimenti che continuiamo a fare per potenziare il nostro network di Centrali Operative in Europa. Un servizio sul quale i nostri clienti possono sempre contare, tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, grazie al lavoro prezioso di centinaia di persone qualificate che contribuiscono al successo del nostro Gruppo.

Non ci sono post correlati.