Intervista a Marco Petrone, Vice Presidente e M&A Development VIASAT GROUP

Quale ruolo può giocare il nuovo paradigma dell’economia verde nell’innovazione delle smart cities e dei loro modelli di sviluppo?

Secondo il rapporto Onu World Urbanization Prospects 2018, oggi circa il 55% della popolazione mondiale vive nelle aree urbane. Una percentuale che è destinata ad arrivare al 68% entro il 2050, con una moltiplicazione delle megalopoli (città con una popolazione di almeno 10 milioni di abitanti). In questo quadro, le smart cities rappresentano sicuramente un formidabile acceleratore. Viasat mette a disposizione delle tecnologie che si rivolgono al cittadino in mobilità (auto, moto, bici, trasporto pubblico), alle aziende (polizze telematiche compagnie assicurative, gestione delle flotte dei car rent, ecc.) e alla Pubblica Amministrazione. A tutto questo si aggiungono i servizi erogati dalle nostre Centrali Operative per offrire ai nostri clienti un’assistenza H24 in caso di incidente, guasto o pericolo.

Quanto è importante per voi il connubio tra tecnologia, persone e ambiente?

L’innovazione tecnologica è fondamentale e ha bisogno del talento, della creatività e della passione delle persone. Per noi è un fatto culturale che nasce dalla nostra capacità di presidiare tutta la catena del valore nel campo della telematica satellitare e dell’IoT: dalla progettazione e produzione di piattaforme e prodotti all’erogazione dei servizi, attraverso le nostre centrali operative di sicurezza. La sostenibilità di un prodotto in chiave ambientale, pertanto, non passa solo e soltanto dalle modalità di gestione del fine vita, ma è piuttosto una linea guida che deve partire dalla genesi del prodotto, attraverso la scelta di materiali adeguati e fornitori anch’essi attenti alla sostenibilità.

Come si sta muovendo il mercato in questo momento?

Settori come l’Insurtech, il Fleet & Waste Managemente, lo Smart Connect e l’IoT Solutions si contraddistinguono per una grande dinamicità e una costante crescita. In questo contesto ravvisiamo la ricerca isterica da parte di alcuni competitors di costi più bassi, spesso a discapito della qualità, dell’attenzione alle risorse umane locali, dell’ambiente. La competizione è estremamente agguerrita, ma non per questo siamo disposti a barattare i nostri principi nel fare impresa. In questo modo, non solo possiamo costruire un valore durevole per il nostro Gruppo e per i nostri clienti, ma anche per l’ambiente e per le generazioni future.

Non ci sono post correlati.