Di Massimo Getto, Vice Presidente e CFO VIASAT GROUP e Marco Laugero, Controller AFC VIASAT GROUP

Il messaggio della comunità europea, che ha di recente destinato 100 miliardi di euro di fondi per fronteggiare i cambiamenti climatici, è estremamente chiaro; economia, tecnologia e rispetto dell’ambiente non potranno più essere visti come temi antagonisti o a sé stanti, ma come obiettivi da perseguire di concerto, in grado di rappresentare un solido volano per la crescita del nostro Paese. Le città, grossi agglomerati di persone in continua espansione, producono livelli crescenti di inquinamento oltre a consumare ingenti quantitativi di risorse energetiche. E proprio per questo motivo costituiscono la principale area di intervento in cui realizzare soluzioni green tech per la creazione di uno sviluppo sostenibile che consenta il ripensamento dei modelli di governo e della mobilità. Parliamo ormai da anni di Smart Cities, intese come insieme di strategie di pianificazione urbanistica in grado di ottimizzare i servizi pubblici per migliorare la qualità della vita di persone e aziende, interconnettendole con l’ambiente e le infrastrutture circostanti. Ciò che rende realizzabile tale interconnessione sono i milioni di strumenti tecnologici capaci di dialogare tra loro tramite lo scambio di dati, questi ultimi diventano poi informazioni ad uso e consumo di tutti ed infine abilitatori per il miglioramento della vita di ciascuno di noi. Quando la tecnologia incontra l’ambiente nasce il Green Tech i cui ambiti di applicazione sono tra i più disparati. Dal monitoraggio delle emissioni in atmosfera prodotte dai mezzi circolanti, aziende e unità abitative, alla tariffazione puntuale per premiare i cittadini che meglio conferiscono i rifiuti secondo la logica del “chi più inquina più paga”; dalla creazione di piattaforme in grado di informare in tempo reale i cittadini su tutto ciò che ne favorisca la mobilità, limitandone le inefficienze che si tramutano in perdite di tempo emaggiore inquinamento, all’incremento della sicurezza sulle strade con strumenti che garantiscano in maniera puntuale la legalità e prestino soccorso in caso di necessità. Questo nuovo cambiamento nello stile di vita non sarà solo auspicabile, ma necessario per riuscire a integrare una popolazione che raggiungerà i 10miliardi nel 2050, con un tasso di concentrazione nelle grandi città pari al 70%, e sarà realizzabile in maniera efficiente solamente se si investirà in informazione ed educazione tecnologica. Questa è la principale visione del Gruppo Viasat che ormai da decenni sta lavorando al fianco dei propri clienti per fornire loro cultura, sicurezza ed efficienza. Tre pilastri imprescindibili per la creazione di una società sostenibile che possa creare valore durevole negli anni a venire e generare progresso per tutti gli attori che prenderanno parte al processo.

Non ci sono post correlati.