Intervista con Paolo Ravicchio, Responsabile Business Unit Insurtech VIASAT S.p.A.

Insurance telematics: cosa sta cambiando?

Le trasformazioni della mobilità, sempre più connessa, autonoma, intelligente e condivisa, andranno a modificare gli equilibri di un intero sistema, settore assicurativo incluso. Per le Compagnie diventa quindi necessario ripensare l’intera offerta in tema di copertura dei rischi auto. Secondo le stime del World Insurance Report già oggi oltre il 75% delle aziende ritiene fondamentale lo sviluppo di competenze in ambito InsurTech, con un 52,7% che ritiene che queste competenze permetteranno di ideare prodotti e servizi personalizzati in modo rapido ed efficiente. I modelli assicurativi tradizionali diventeranno, quindi, obsoleti.

Il processo è in corso quindi…

Certamente e non prevede alternative. Fino ad oggi le Compagnie, in assenza di informazioni dettagliate, hanno offerto polizze standard che, nel pieno rispetto del principio mutualistico, distribuivano costi e rischio in maniera abbastanza uniforme su tutto il portafoglio. Adesso, grazie alla telematica di bordo e alle Black Box, possono invece monitorare diversi parametri e tradurli in tariffe più dettagliate, personalizzabili e rimodulabili nel tempo, calibrate sull’effettiva rischiosità del singolo automobilista.

Entrando più nel dettaglio?

Parliamo di polizze con tariffe basate su comportamenti, abitudini, stili di guida che includono servizi telematici ad alto valore aggiunto capaci di garantire una mobilità più virtuosa e di estendere l’ambito ed il livello di protezione e tutela dell’assicurazione, affiancando al rimedio tradizionale del risarcimento lo strumento della prevenzione tecnologica. Il tutto gestibile con un’app. L’ottica è offrire la massima protezione e sicurezza e intensificare la relazione con il cliente diventando per lui un assistente virtuale alla guida in grado di abilitare e supportare un’offerta sempre più ampia.

Sembra la descrizione precisa della ‘missione’ di Viasat. Mi sbaglio?

Il mondo sta cambiando e con esso la percezione che i cittadini hanno della sicurezza. C’è talmente tanta voglia di protezione che siamo ben disposti a condividere dati e informazioni pur di beneficiare di soluzioni e servizi che rendano la propria vita, e quella dei propri cari, il più possibile serena. Ecco allora che un’offerta standardizzata di sole prestazioni strettamente assicurative, basata unicamente sulla logica del rimedio economico al danno subito, non è più sufficiente. L’evoluzione della proposta telematica potrà invece supportare un cambiamento radicale di questo paradigma obsoleto e spostare finalmente il confronto di mercato dal prezzo al servizio. È proprio questo facciamo in Viasat: progettiamo e realizziamo soluzioni che stimolino questa trasformazione e rendano la vita dei nostri clienti più sicura ed efficiente.