La Salerno Trasporti, importante realtà dell’autotrasporto campano, il cui management è formato da ex autisti, racconta di un’impresa visionaria e di un incontro virtuoso.

La storia che vi raccontiamo – pubblicata sull’ultimo numero di Logistica & Trasporti – è nata su un furgone lungo le strade e i panorami della costiera amalfitana. Alla guida del van c’è Giovanni Cammarota, giovane padroncino, impegnato ogni giorno nel solito giro di consegne. Gli anni sono quelli immediatamente successivi al 2000. I tempi stanno cambiando velocemente, internet diventa ogni giorno più presente nella vita delle persone e anche le abitudini d’acquisto si stanno evolvendo. Giovanni Cammarota comprende che il futuro dell’autotrasporto e della logistica sarà sempre più all’insegna dell’ultimo miglio. Ed è proprio dalla visione di quel giovane di talento che nasce venti anni fa la Salerno Trasporti.

La crescita di Salerno Trasporti è diventata esponenziale negli ultimi 5/7 anni ponendo il problema della gestione di tutta una serie di procedure e di processi, in modo efficace, efficiente, senza duplicazioni né colli di bottiglia, ma soprattutto in maniera tale che tutti i manager avessero la visibilità di quello che succede in azienda. “Diventava quindi necessario dotarsi di un gestionale che elaborasse, in modo nuovo ed efficace, una enorme massa di dati – racconta Maurizio Longo, Presidente del Consiglio di amministrazione  –. C’erano programmi per la contabilità, per il traffico, per la gestione della flotta e del personale, per l’amministrazione, ma non un gestionale unico”.

E a questo punto si colloca l’incontro con Viasat, azienda italiana dell’omonimo Gruppo presente in tutta Europa, che fornisce soluzioni telematiche per il fleet management: “Viasat ci è stata utile per comprendere e mettere a sistema numerose informazioni – spiega Longo –: i consumi dei mezzi, i chilometri giornalieri percorsi, lo scarico dati del cronotachigrafo in remoto, la localizzazione del veicolo in caso di furto, soltanto per ricordare i principali. Ma la parte più importante di questo rapporto è che siamo riusciti a far parlare il nostro gestionale con i dispositivi Viasat, indispensabile per fare un’analisi per centro di costo e committenza.”

“Viasat è stato per noi un acceleratore di processo che ci ha aiutato a conoscerci meglio e ci consente oggi di parlarne come di un partner e non un semplice fornitore”, conclude Maurizio Longo.

Se vuoi leggere l’articolo integrale: https://media.viasatgroup.it/docs/yu_press_review/1656-Logistica-&-Trasporti-2.pdf

Non ci sono post correlati.