Guardare oltre l’orizzonte per progettare il futuro

Intervista con Domenico Petrone, Presidente VIASAT GROUP

Il fatto che la trasformazione digitale sia un passo difficile per chiunque non significa affatto che non sia necessario compierlo, anzi. Perché sfruttare sapientemente i dati vorrà dire, infatti, ridurre i costi, velocizzare la produzione e migliorare la qualità dei risultati. Questo vale per tutti i settori, dal manufacturing alla sanità, fino al banking. E, ovviamente, anche per il trasporto, la logistica e il waste management. Ci si trova oggi di fronte a questo bivio con l’unica certezza che questa trasformazione ci sarà in ogni caso e nessuno potrà fermarla. Si può solo decidere se cambiare il modo di fare impresa e, quindi, prosperare, oppure restarsene immobile, cercando di non venire travolti da tutti i concorrenti che, invece, avranno abbracciato il processo di digitalizzazione.

Presidente, oltre alla capacità di innovare, quanto è importante “comprendere”?
È la vera sfida di oggi. Per stare al passo con la concorrenza, infatti, non è più sufficiente garantire prodotti e servizi di qualità. È necessario saper prevedere in che direzione si muoverà il mercato, quali saranno le preferenze dei fruitori e in quali aspetti sarà possibile migliorare la propria azione d’impresa. Per ottenere queste informazioni, un’azienda moderna non può prescindere da un’efficace attività di analisi dei dati che consenta di esaminare in profondità anche quelli apparentemente poco significativi, per estrarne informazioni utili a indirizzare le decisioni strategiche, da un lato, e offrire soluzioni innovative a quanti ne faranno richiesta dall’altro. L’attività di Big Data Analytics, insomma, è di fondamentale importanza per un’azienda che punti ad essere competitiva nel proprio settore di mercato. Ancor di più in ambito di mobilità e waste management.

Ed è proprio in questo contesto che si muove Viasat Group?
Ogni sistema produttivo presenta delle criticità, sotto forma di costi, sprechi occulti e inutili perdite di tempo e risorse: comprendere i dati significa sapere ottenere le informazioni necessarie per capire dove sia necessario intervenire e apportare gli opportuni correttivi all’azione aziendale. È proprio questa la missione di Viasat: ideare, realizzare e diffondere sistemi e servizi di sicurezza, protezione e assistenza attraverso l’applicazione di tecnologie satellitari e IoT. Il modello attuale offre ampi margini di intervento per migliorare l’efficienza e diminuire i costi che ricadono sull’intera collettività in termini di inquinamento, incidentalità, tempo perso nel traffico per gli spostamenti, efficienza dei servizi di trasporto e logistica, gestione dei servizi di igiene urbana e raccolta dei rifiuti.

Per un mondo più sicuro, efficiente e sostenibile?
È in atto un percorso di globalizzazione delle soluzioni telematiche e in questo processo Viasat Group, anche grazie alle sue consociate e distributori, presenti in oltre 50 paesi tra Europa, Africa, Medio Oriente e America Latina, avrà un ruolo di primo piano. Abbiamo l’ambizione di creare servizi efficienti e sostenibili rivolti alle aziende e alle pubbliche amministrazioni che ne faranno richiesta per una pianificazione e gestione ottimale della mobilità e dell’ambiente. Ad oggi i risultati ci supportano: gestiamo una base di quasi 741.000 veicoli connessi (al 31/08/2018) tra fleet management, insurance telematics e car connect; 7.600 persone connesse attraverso app, dispositivi indossabili, workforce management; 6.481 edifici connessi: 400 comuni collegati con sistemi di trasporto intelligente e 655 dipendenti (al 31/12/2017).

Quindi un’azienda internazionale con un “cuore tutto italiano”?
In Italia, dove tutto è iniziato e dove si trova il “Quartier Generale”, Viasat presidia ogni segmento di mercato e sviluppa prodotti e servizi che il Gruppo sta esportando nei Paesi laddove esiste una presenza diretta attraverso le sue controllate. La strada intrapresa da qualche anno a questa parte va certamente nella giusta direzione: essere un polo di attrazione e aggregazione delle eccellenze locali, siano esse aziende o singoli talenti, oltreché un Service Provider di riferimento per la clientela che opera a livello globale.

Una Viasat sempre in movimento con uno sguardo proiettato nel futuro. È così?
Assolutamente sì e a livello di organizzazione, ci stiamo muovendo sugli stessi binari dello sviluppo delle piattaforme tecnologiche: vogliamo interconnettere le persone che operano nelle diverse società del Gruppo, in una sorta di “Internet of Companies”. La volontà non è solo collegare le cose, ma le persone che prendono decisioni, per poter offrire i nostri servizi e contribuire, con il nostro lavoro, a dar forma a un mondo che guardi oltre l’orizzonte e sappia progettare il proprio futuro.

[English Version]

The digital transformation process is a big step for anyone but this does not mean that it is optional. Making a wise use of data will result in cost reduction, improved production processes and better results. This applies to every field, from manufacturing to public health system and banking. Transport, logistics and waste management are no exceptions. We are thus approaching a crossroads and all we know is that this transformation process will happen anyway and there is no way to stop it. We can only decide to change our business models and, as a consequence, to flourish or to stand by and try to survive in a world in which competitors could embrace this new process.

Mr President, what is the importance of understanding, as well as innovating?
It represents the challenge of today. Quality products and services are no longer enough to keep up. It is rather important to foresee the market direction, consumers preferences and how to improve a company’s competitive edge. To achieve these information, a modern company cannot ignore the importance of an effective and accurate analysis of every little detail, in order to develop optimal strategic plans and to offer the most innovative solutions. Big Data Analytics activities acquire increasing importance for companies aiming at staying competitive in their market field. Even more to mobility and waste management companies.

Is this the context in which Viasat Group is moving?
Every production systempresents some critical issues, in terms of costs, hidden waste, useless loss of time and resources: to understand data means to obtain the necessary information to intervene and optimize every inadequate company process. This is Viasat’smission: to design, produce and commercialize security systems and services, care and assistance through the most innovative satellite and IoT technologies. There is room for improvement in the current business model, to improve efficiency and to cut costs which have a deep impact on the community in terms of pollution, accidents, time wasted in traffic congestions, logistics and transport services efficiency, urban hygiene and waste collection management.

Will this lead to a safer, sustainable andmore efficient world?
A globalisation process of telematic solutions is taking place and Viasat will play a key role also thanks to its subsidiaries and distributors in 50 different countries in Europe, Africa, Middle East and Latin America. Our plan is to provide efficient and sustainable services for public institutions and companies in search of an optimal mobility and environmental planning and management. Results are conclusive: we manage a base of 741.000 connected vehicles (31/08/2018) including fleet management, insurance telematics and car connect; 7,6 milion people connected (through apps, wearable devices and workforce management, 6.481 connected buildings; 400 municipalities cities served with intelligent transport systems and 655 employees (31/12/2017).

An International company with an Italian heart?
Italy is where everything has begun, the place in which we have established Viasat headquarters and we monitor every segment of the market, as well where we design and produce those products that we are now exporting in our subsidiaries’ countries. The direction we are heading in the last years is definitely right: we aim at being a pole of attraction and aggregation of local excellence, both companies or single talents and a reference Service Provider for our global customers.

Viasat is constantly innovating and looking forward to the future. Is this right?
Definitely. At a managerial level, we are evolving as well as our technological platforms are doing: we aim at connecting all the resources who are working in different venues in a sort of “Internet of Companies”. Not only we are trying to connect things, but also people who are involved in decisional process in order to propose our services and to contribute with our products to the creation of a world that looks beyond the horizon and which is willing to plan its future.

 

Se ti piace, condividi!