Intervista con Domenico Petrone, Presidente VIASAT GROUP

Presidente, se le auto potessero parlare…

È vero, non parlano, ma è come se lo facessero. Quelle con capacità di connessione, infatti, forniscono un flusso regolare di dati che riguardano il veicolo, il motore, lo stile di guida e le condizioni ambientali. Attribuire un significato a questa ingente quantità di dati, generati a una velocità incredibile, non è certo un compito facile, ma è la vera forza di Viasat: quella di fornire – tramite algoritmi proprietari – servizi a valore aggiunto, attraverso la trasformazione dei dati (raccolti mediante i dispositivi satellitari) in informazioni che vengono, a loro volta, semplificate attraverso un processo di elaborazione e rese fruibili al cliente finale. I vantaggi per i soggetti interessati (compagnie assicurative, aziende di trasporto, concessionari, car rent, automobilisti e consumatori finali) sono notevoli.

Ci può far qualche esempio?

Si può garantire un supporto agli automobilisti, creando segnalazioni di allarme in caso di pericolo o fornendo indicazioni su come minimizzare i consumi, individuando la velocità ottimale. O semplicemente assicurando un servizio di assistenza, in tempo reale, per qualsiasi tipo di necessità. Un grande vantaggio sarà costituito dalla capacità di offrire tempestivamente servizi a valore aggiunto, come ad esempio offerte promozionali, in ottica di post-vendita, ai concessionari. E anche per le Compagnie che possono monitorare diversi parametri e tradurli in tariffe più dettagliate, personalizzabili e rimodulabili nel tempo.

Una bella soddisfazione per voi che eravate fino a non troppo tempo fa gli unici a parlare di telematica…

La telematica è stata ed è il motore di un processo rivoluzionario perché la disponibilità di dati sta realmente determinando un cambiamento di tipo cognitivo, permettendo la scoperta di nuove relazioni tra dati, persone e oggetti. Il mercato globale dei dispositivi di chiamata d’emergenza a bordo dei veicoli, noti anche come sistemi eCall. Nel quinquennio 2018-2022 è destinato a crescere, in termini di valore, a un tasso medio annuo del 19%. Il dato emerge dall’analisi del ‘Global Automotive eCall Market 2018-2022’. Noi ci crediamo da sempre e lavoriamo quotidianamente per offrire sicurezza, protezione e assistenza, a quanti si mettano in strada con le auto, i mezzi da lavoro, ma anche le moto, le bici o semplicemente a piedi, utilizzando l’applicazione mobile Viasat appS. Tutto questo è una grande soddisfazione. Certamente abbiamo aperto la strada anche ad altre aziende che, sulla spinta innovativa di Viasat, hanno creato un loro business. Ma lo scenario della competizione è globale, quindi c’è spazio per tutti.

I Sistemi eCall sono entrati in vigore, ma sono obbligatori solo sulle auto di nuova omologazione. Che ne pensa?

Stiamo parlando di una tecnologia che Viasat utilizza da diversi anni. Dallo scorso marzo l’eCall è obbligatorio sui veicoli di nuova omologazione. Per tutti gli altri, c’è Viasat. Non è una battuta, ma la realtà dei fatti. L’allarme e la chiamata di emergenza automatiche, in caso di incidente sono servizi che gli automobilisti possono avere garantiti con i dispositivi, dotati di vivavoce per poter comunicare in tempo reale con la Centrale Operativa H24, della linea sosCall di Viasat. Le versioni più recenti dispongono anche della funzione Driving Safety Alert che fornisce informazioni predittive agli automobilisti sulla rischiosità potenziale delle diverse direttrici stradali, in funzione di una serie di fattori monitorati come traffico, limiti di velocità, condizioni ambientali e metereologiche, strade pericolose (Red Point) e tratte ad alto rischio incidenti (BlackPoint ANIA/Viasat). Prevenire è meglio che rischiare, questa è la nostra filosofia.

Il futuro, dunque, è nei dati?

La capacità di lettura, analisi e comprensione dei dati per generare servizi a valore aggiunto è la vera frontiera. Per raggiungere questo obiettivo è necessario progredire nel campo dell’innovazione tecnologica, della digitalizzazione, della dotazione di soluzioni telematiche sempre più performanti e dell’integrazione delle piattaforme.

Con Viasat sempre in prima linea?

Certamente. Siamo ormai una realtà internazionale che punta a valorizzare le proprie eccellenze locali. Per ‘cavalcare il futuro’, abbiamo deciso di interconnettere non solo le cose, ma anche e soprattutto le persone che prendono le decisioni e che lavorano nelle diverse società del Gruppo. Una sorta di “Internet of Companies” che ci permette di armonizzare la catena del valore, migliorando i processi organizzativi e tecnologici del Gruppo e favorendo la convergenza, così da poter erogare i nostri servizi e offrire le nostre soluzioni in tutto il mondo.

Non ci sono post correlati.