Vieni avanti futuro!

Di Gionata Tedeschi Managing Director – ACCENTURE Digital Strategy e Insurance Strategy Lead

Con la diffusione di tecnologie di nuova generazione, il mondo assicurativo è entrato in una fase di profonda trasformazione nei settori chiave dell’auto, della casa e dei servizi per la persona. È un trend in progressione a velocità crescente. Si pensi che solo nell’ultimo anno, le Compagnie che hanno lanciato prodotti e servizi legati a tecnologie basate su oggetti connessi ed in grado di elaborare informazioni (Internet of Things) sono triplicate rispetto al 2014.
L’ambito automobilistico è quello che meglio rappresenta questo fenomeno; si stima che entro il 2025 tutti i nuovi veicoli saranno connessi attraverso scatole telematiche e l’80% delle Compagnie mondiali ritiene che l’Internet of Things rivoluzionerà il modo tradizionale di fare business. L’Auto è, tra l’altro, il comparto che prima di altri ha visto la diffusione delle tecnologie intelligenti. Nel mercato italiano, con attualmente 4,4 milioni di auto connesse, si contano più di 30 differenti prodotti assicurativi telematici, che rendono il nostro Paese leader nella telematica auto. Per il cliente si tratta di poter ottenere prodotti più convenienti e maggiormente aderenti ai propri bisogni; per le Compagnie la possibilità di avere un maggiore controllo del rischio. Un’equazione vincente, propria di un settore evoluto. I 3,5 milioni di attuali polizze “connesse”, che rappresentano il 10,6% del totale, diventeranno quasi 10 milioni nel 2020.
È questo un modello che rende più sicuro l’intero settore automobilistico, e al tempo stesso lo trasforma. La polizza non è più un prodotto statico, con processi di attivazione e notificazione non sempre efficienti, ma un servizio integrato nel veicolo stesso. L’automobile sempre più spesso esce dal concessionario già con la scatola telematica inclusa nel veicolo e diviene pertanto più facile per il consumatore optare per l’attivazione di una polizza telematica, con i benefici che ne conseguono.
Per gli automobilisti, poi, nei mercati caratterizzati da alte frodi e alti premi, il costo dell’RC Auto può decrescere come riflesso per le Compagnie di poter monitorare i rischi. La scatola telematica permette infatti di meglio ricostruire la dinamica degli incidenti, accelerando anche i tempi di intervento, cosi come di potenziare il controllo dei furti. Per gli automobilisti ”virtuosi”, avere delle polizze basate sugli stili di guida, rende inoltre possibile delle personalizzazioni di servizio che si riflettono positivamente sul prezzo.
Infine per chi fa un uso occasionale dell’auto (ad esempio stagionale), diviene possibile attivare le polizze solo nel periodo dell’utilizzo.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Se ti piace, condividi!