Viasat, eccellenza italiana alla conquista dell’Europa

Riportiamo l’articolo di Enico Romanetto pubblicato oggi su  Torino Cronaca Qui. Con l’acquisizione di Enigma Telematics, nell’estate dell’anno passato, Viasat ha celebrato i suoi primi 40 anni di attività. Una prova concreta di come la capacità di impresa, unita ad un’acuta sensibilità agli andamenti del mercato internazionale, siano solo alcuni degli elementi per il successo del cosiddetto”Made in Italy”, applicabile non certo solo alla gastronomia. Domenico Petrone è il presidente del gruppo e l’artefice di questo successo.

 

Presidente Petrone, cosa vede nel futuro di Viasat?

Viasat ha influenzato fortemente lo sviluppo della telematica satellitare e i nostri servizi sono in grado di incidere significativamente sulla sicurezza di coloro che si mettono alla guida, sull’efficienza del sistema di trasporto e della logistica nazionale, a vantaggio di cittadini, automobilisti e aziende di trasporto. Nel futuro ci aspettano scenari fino a poco tempo fa inimmaginabili e Viasat sarà un gruppo internazionale impegnato nella sfida di diffondere le proprie tecnologie nel mondo”.

Viasat è una delle poche aziende italiane che ha scelto di investire sulla ricerca di nuove soluzioni tecnologiche per la sicurezza, che riscontro avete avuto dalle istituzioni in questi anni?

“All’estero si ha la sensazione che le amministrazioni pubbliche nazionali e locali siano più attente e veloci nel cogliere le opportunità dell’innovazione nel campo della telematica satellitare. In Italia registriamo una certa indifferenza da parte della politica su questi temi. Basti pensare che la legge di conversione del decreto “liberalizzazioni” del Governo Monti, che prevede “sconti significativi” sulle polizze assicurative agli automobilisti che installano una “scatola nera” a bordo del proprio veicolo, attende da quasi tre anni un decreto attuativo”.

Il Governo ha ottenuto la fiducia sulla nuova legge di stabilità e un’importante riforma del mondo del lavoro, sono i primi passi di un cambio di marcia che avrà importanti riflessi sulle imprese che come Viasat hanno mostrato comunque una “controtendenza” in questi anni di crisi?

” Le prospettive di crescita in economia dipendono dalla tempestività e dalla capacità di rinnovamento per acquisire un vantaggio competitivo, sfruttando appieno le opportunità tecnologiche disponibili sul mercato. Per quanto riguarda il nostro settore di competenza, quello della telematica, ha grandi prospettive per il futuro, anche in termini occupazionali, purchè si liberino le aziende dai vincoli burocratici che le appesantiscono nella competizione globale. Ad oggi, anche in assenza di specifici ineterventi normativi, Viasat riesce a essere vincente. Immagini cosa si potrebbe fare, di più e meglio, in una situazione più favorevole”.

 

Comunicato stampa acquisizione Enigma Telematics. Clicca qui

Se ti piace, condividi!