Un mondo di servizi connessi alle BlackBox

Intervista con Armando Ponzini, Direttore P&C AXA Italia

Non aver paura di sperimentare e mantenere una sincera vocazione verso l’innovazione. Sono i due elementi indispensabili per fare in modo che una novità tecnologica possa avere un risvolto pratico e positivo, capace di instaurare una nuova forma di rapporto con il cliente. E in tal senso, l’utilizzo della telematica ha aperto una nuova era, ricca di possibilità, per le Compagnie.


Proporre al Cliente polizze che tengano conto non solo dell’attestato di rischio, ma sempre di più anche dello stile di guida. Quanto oggi è già così?
Sono molte le compagnie che hanno lanciato prodotti assicurativi Auto che contengono la formula “Pay as You Drive”. Il concetto della tariffa al chilometro è stato integrato da prodotti che affiancano al “quanto” anche il “come”, per andare incontro alla richiesta dei Clienti di avere una personalizzazione dell’offerta che sia qualitativa e non solo quantitativa. Insomma, questo tipo di approccio prevede una sofisticazione del prezzo che riconosca nello stile di guida un fattore distintivo. Ad oggi il mercato propone diversi prodotti che vanno in questa direzione e per un settore come l’assicurativo, che vede nelle informazioni uno dei propri asset principali: i Big Data opportunamente gestiti ed elaborati, rappresentano un elemento distintivo nella definizione di nuovi servizi.
Lo sconto, ad oggi, quindi, è ancora una leva importante, ma sono i servizi che le singole compagnie propongono a rappresentare l’elemento differenziante. Su questo punto un fattore importante
è la preparazione e la professionalità del proprio canale distributivo che, oggi più che mai, assume un ruolo centrale, non solo in veste commerciale, ma soprattutto come consulente dei Clienti finali.

Le BlackBox sono oggi in grado di rispondere ai bisogni crescenti degli automobilisti. E allora, che ruolo gioca la sicurezza personale (soprattutto in ottica di prevenzione del rischio incidenti) nell’offerta di soluzioni assicurative?
Il fattore sicurezza è uno degli elementi chiave in ottica di servizio, e la telematica propone su questo fronte diverse possibilità di evoluzione dell’offerta. Relativamente alla protezione della persona, oltre a un’offerta che preveda una copertura integrata dei rischi del conducente e dei trasportati, certamente la telematica può venirci incontro dal punto di vista della prevenzione del rischio. Si pensi, ad esempio, alle potenzialità di un servizio che unisca i parametri restituiti da un dispositivo, alle informazioni relative alle condizioni “di contorno” del Cliente (condizioni stradali, traffico, meteo etc.), all’expertise in fatto di conoscenza e gestione dei sinistri proprie di un compagnia assicurativa. Gli sviluppi potrebbero essere assolutamente significativi in termini di prevenzione e sicurezza.

Ancora oggi chi intende passare da una compagnia a un’altra con due Telematics Service Providers diversi, è costretto a disinstallare il dispositivo per installarne uno nuovo. Non c’è altra soluzione?
Le possibili soluzioni relative alla gestione dei dispositivi telematici potrebbero essere molte e diverse tra loro, sia dal punto di vista tecnologico, sia dal punto di vista della gestione del device da parte del Cliente. Ad oggi, sul tema, abbiamo avviato dei tavoli di approfondimento e questo è uno degli aspetti che stiamo affrontando con i nostri partner e fornitori.

Dai Big Data all’Internet of Things: una rivoluzione che apre prospettive fino a poco tempo fa impensabili. Qual è la vostra offerta telematica?
L’offerta AXA conta, ad oggi, due principali prodotti che sfruttano la telematica. Nuova Protezione Auto è stato lanciato nel 2015 e si rivolge al settore autovetture in ambito retail, mentre per il segmento delle piccole e medie imprese abbiamo pensato a un prodotto specifico per gli autocarri leggeri, anch’esso con la possibilità di introdurre l’offerta telematica. In entrambi i casi siamo partiti da un modello di prodotto che punta su garanzie modulari e soprattutto chiare e comprensibili anche per i non addetti ai lavori.
L’innovazione telematica rappresenta uno dei possibili moduli inseribili opzionalmente che compongono la nostra offerta e si pone come strumento per offrire una scala di servizi aggiuntivi, dai più semplici a quelli più evoluti. Un esempio è quello del servizio di assistenza che si attiva automaticamente in caso di incidente stradale.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Se ti piace, condividi!