Telematica Satellitare: fondamentale se c’è conoscenza e cultura

Nel settore del trasporto la Telematica Satellitare è spesso considerata da molte imprese una minaccia, allo stesso modo in cui trent’anni fa veniva demonizzata l’informatizzazione nelle aziende: un potenziale rischio di trasparenza e controllo. Negli anni Settanta la gestione delle imprese era fatta a “mano” su registri cartacei, spesso con valutazioni discrezionali. Le aziende virtuose, che si affrettarono a informatizzare i proprie processi interni, avviarono un processo formativo ed evolutivo, migliorando l’organizzazione della propria impresa e trasformandola da micro-azienda locale a realtà internazionale.Domenico Petrone, presidente di Viasat Group, sostiene che oggi come allora la telematica e l’informatica siano strumenti utili per la competitività del settore dell’autotrasporto nel nostro Paese, poiché consentono la gestione e l’ottimizzazione dei costi e il miglioramento delle proprie performance aziendali. È fondamentale però sapere e capire in anticipo le potenzialità degli strumenti, prima di avviare tentativi improvvisati e costosi. Determinante è l’utilizzo e la connessione del proprio sistema gestionale con piattaforme di operatori telematici affidabili, nonché la scelta di dispositivi (Black Box) flessibili multi-funzione da installare a bordo dei mezzi. Occorre pertanto acquisire la Conoscenza, ancor prima di avviare percorsi avventurosi.

A tal fine, Viasat Fleet, tramite VEM Solutions, in collaborazione con importanti associazioni (come l’Unione Industriale di Torino o la CNA-Fita), propone delle sessioni di formazione e consulenza mirate, mettendo a disposizione un Team di esperti in telematica, al fine di diffondere innanzitutto la cultura e, solo in un secondo tempo, studiare e proporre soluzioni dedicate, in funzione delle specifiche esigenze delle Imprese di trasporto.

Se ti piace, condividi!