Telematica di bordo verso nuove frontiere

Di Roberto Cortesi Marketing e  B2B Director VIASAT GROUP.
Per anni sinonimo di localizzazione degli autoveicoli, la telematica di bordo ha assunto oggi, sulla spinta di un’innovazione tecnologica e applicativa dal ritmo mai così serrato, una connotazione sfaccettata e multiforme, dando corpo a sviluppi fino a poco tempo fa imprevedibili. I confini si spostano ogni giorno più avanti rendendo alla portata traguardi prima impensabili.Telematica a bordo delle auto. Il vento è cambiato?

Il grande dibattito, che si è venuto a generare nell’arco dell’ultimo anno, intorno all’assetto normativo per la definizione delle regole relative all’installazione sui veicoli della “scatola nera”, sta a indicare una sensibilità crescente sul tema. È la dimostrazione che i tempi sono maturi per riconoscere anche a livello legislativo quello che stiamo predicando da 25 anni. Stiamo parlando di una tecnologia, quella satellitare, applicata al mondo dell’auto, che sta rivelando tutta la sua straordinaria importanza anche in altri settori strategici del sistema Paese.

Vantaggi per tutti quindi?

Assolutamente si. L’utilizzo della telematica a bordo delle auto, la cosiddetta scatola nera (o BluBox come preferiamo chiamarla noi di Viasat), è uno strumento indispensabile per tutti e trascorso il tempo delle teorie, delle prove e delle sperimentazioni si è avviati verso una diffusione massiccia. Viasat è oggi protagonista al fianco dei cittadini-consumatori che richiedono più sicurezza per se e per le proprie famiglie e più risparmio sulle tariffe assicurative; delle assicurazioni che ricercano nuove formule per ridurre i rischi e ridurre le numerose frodi; delle imprese che richiedono maggiore efficienza e sicurezza per le loro flotte. Ed è al fianco in particolare delle istituzioni che sono sempre più sensibili e partecipi alla diffusione delle tecnologie basate sulla localizzazione satellitare consapevoli dei ritorni sociali che esse comportano.

Gestione flotte: la telematica conviene?

La “governance dei costi” è sicuramente uno degli aspetti fondamentali che guidano le scelte dei responsabili delle flotte aziendali. La riduzione delle spese e l’efficienza operativa sono gli obiettivi primari che i Fleet Manager devono perseguire. Questo vale per chi gestisce una flotta aziendale in proprio, ma anche e soprattutto per le società di noleggio a medio e lungo termine o di car sharing che devono necessariamente proporsi al mercato in un’ottica di Tco (Total cost of ownership, costo totale del veicolo in tutto il suo arco di vita e di esercizio). Il tutto senza compromettere la qualità dei servizi offerti agli utilizzatori finali. La telematica e la telemetria a bordoveicolo sono una delle tendenze che i Fleet Manager stanno seguendo per contenere i costi con un occhio attento alla sicurezza. Utilizzare la telematica sulle flotte non rappresenta più un’opzione, bensì un’irrinunciabile necessità per poter disporre, in maniera strutturata, tramite una web console dedicata, di dati e report statistici in grado di supportare il Fleet Manager nelle sue scelte operative per gestire con efficienza la propria flotta. I dispositivi telematici satellitari installati a bordo del veicolo consentono di monitorare puntualmente il consumo di carburante o i chilometri percorsi, la geolocalizzazione delle vetture, la velocità e lo stile di guida, senza dimenticare i servizi di assistenza per il recupero del veicolo in caso di furto o per la sicurezza dell’automobilista. Se a questo si aggiunge anche l’opportunità di abbinare un’offerta assicurativa vantaggiosa, in termini di risparmio, diventa ancora più evidente come un investimento di questo tipo si ripaghi abbondantemente e in tempi molto rapidi, garantendo nel contempo una drastica riduzione dei costi di esercizio.

Il car sharing è il futuro. Viasat ci crede?

Viasat è un solutions provider che, forte dell’esperienza maturata nell’ambito della telematica automotive, è in grado di offrire delle soluzioni dedicate per il mondo del car sharing. La formula dell’auto in condivisione piace sempre di più, soprattutto a chi non utilizza molto l’automobile (percorrenze medie tra i 5 e i 10 mila km/anno), si sposta prevalentemente in città o possiede già un’altra vettura in famiglia. Un’abitudine che può fare bene al portafoglio e all’ambiente, visto che incide positivamente sulla riduzione del traffico e dell’inquinamento. Secondo un recente studio di “Frost&Sullivan”, società di consulenza di international marketing, si prevede uno sviluppo del car-sharing in Europa con una crescita fino a oltre 15 milioni di membri nel 2020 (erano 0,7 milioni nel 2011) con più di 750 mila utenti “peer- to- peer” (una versione del car sharing, dove le auto sono messe a disposizione da utenti privati). In questo scenario la soluzione telematica satellitare rappresenta un elemento fondamentale per garantire una gestione efficiente ed efficace del servizio. Per questa ragione Viasat investe da tempo mettendo a punto una piattaforma web per il car sharing che garantisce una gestione del parco veicoli dotati di dispositivi satellitari e distribuiti su più sedi del cliente, con l’obiettivo di ottimizzarne l’utilizzo e i costi. La soluzione proposta mette a disposizione delle aziende e delle istituzioni, interessate alla formula del car sharing, un’affidabile e innovativa piattaforma per dare modo agli utilizzatori finali di selezionare, in pochi minuti e via web, i veicoli in base al modello, ubicazione, caratteristiche, tempi e costi. Tutto questo con il supporto della Centrale Operativa Viasat, attiva 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, per fornire assistenza agli utenti e supporto tecnico nelle procedure di prenotazione on line. Inoltre, consente di elaborare report e statistiche di utilizzo del veicolo e gestire contabilità e fatturazione, supervisionando l’attività operativa anche in ottica di protezione e sicurezza del veicolo e dei suoi occupanti.

La telematica Viasat eccellenza globale?

Sono in atto cambiamenti epocali e per il bene del Paese si spera che questa volta si vincano le pressione delle forti lobby e degli interessi malavitosi, che ovviamente ostacolano la grande opportunità di innovazioni e cambiamenti possibili, utilizzando anche sistemi e tecnologie telematiche. Forse pochi sanno che l’Italia, oltre ad essere spesso percepita all’estero come il Paese della moda, del lusso, del buon cibo e del turismo, è anche nota per essere una dei campioni della telematica mondiale. Ed in questo settore Viasat continua ad essere il player di riferimento in Italia nel segmento delle tecnologie telematiche rivolte al consumatore finale. Da oltre venti anni Viasat progetta, produce e distribuisce gli originali prodotti satellitari interattivi, in grado di trasmettere dalla vettura alle proprie Centrali Operative, informazioni utili per la sicurezza, protezione e assistenza dell’automobilista. E grazie alla Scatola Nera informazioni utili anche alle imprese assicurative. L’insieme di specializzazioni ed esperienze consolidate nel tempo consentono di migliorare la sicurezza sulle strade e di ridurre drasticamente le frodi verso le assicurazioni determinando sostanziali riduzioni dei costi assicurativi e sociali.

Se ti piace, condividi!