Tag Archives: Newsletter Viasat 2017

Newsletter 38/2017

Alcuni argomenti a cui è dedicata la newsletter natalizia di Viasat: Dall’evoluzione 4.0 nasce la nuova Vem Solutions, a cura della Redazione Viasat Group; Waste Management: appuntamento con l’innovazione, di Massimo GETTO; L’importanza dei Big Data per una mobilità sempre più sostenibile; Viasat rafforza la svolta “Green”; Siunet, la soluzione IoT per la raccolta intelligente dei rifiuti, di Gianni BARZAGHI, CEO Datamove.

Newsletter 37/2017

Alcuni argomenti a cui è dedicata la newsletter di Viasat: Industria 4.0 Tempo di Rivoluzione, Intervista con Alessandro PERON; il Passaggio dalla Telematica all’IoT, di Domenico PETRONE; Dalla Scatola Nera all’sosCall 2.2: l’evoluzione è in corso; Dai dati al Business: ecco come; Il DDL Concorrenza è legge: novità su Scatola Nera e polizze Rc Auto.

Il futuro è qui

Simon Keam-George, ENIGMA TELEMATICS (Gran Bretagna).

Siamo assolutamente soddisfatti di aver unito le nostre forze con Viasat. Condividiamo la convinzione che le necessità dei Clienti – il 65% nel Regno Unito e il 35% in Africa e Middle East – debbano essere al centro delle nostre azioni e che questa integrazione si tradurrà in reale sinergia e porterà vantaggi davvero entusiasmanti.

Un futuro da cavalcare

Intervista con VALERIO GRIDELLI, Amministratore Delegato VIASAT S.p.A.

Viasat ha creato fin dagli anni 90 il primo antifurto satellitare orientato al mercato consumer, da cui sono derivati gli attuali sistemi telematici per auto, moto e mezzi pesanti e può vantare di aver sviluppato, negli ultimi 14 anni ben 12 piattaforme telematiche e prodotto, installato e assistito oltre 2.000.000 di dispositivi. Nata da un’idea straordinaria, il successo sarebbe stato principalmente nelle scelte e nelle strategie di chi la governava.

Buon Compleanno Viasat

Di Francesco Signor, Responsabile Marketing & Comunicazione – VIASAT GROUP

Era il 1987 quando, da un’idea geniale, nasceva il primo, originale, antifurto satellitare. Non si chiamava ancora Viasat, ma Teleinformatica Sistemi. Da lì in poi si susseguirono una serie di attori industriali formidabili che traghettarono quell’embrione straordinario di tecnologia del futuro in quella realtà che oggi conosciamo con il nome di Viasat. Parliamo di aziende come la Nuova Telespazio e Com.net (entrambe del Gruppo Finmeccanica), Monisat ed Europe Assistance, per arrivare alla joint venture, sul finire degli anni ’90, tra i due maggiori gruppi industriali del paese dell’epoca: Seat del gruppo Telecom e Magneti Marelli del gruppo Fiat. Viasat era entrata prepotentemente nell’Olimpo della New Economy, come scriveva La Repubblica il 5 dicembre 2002, “con l’obiettivo di quotarla, a inizio 2000, al Nuovo Mercato per un valore di circa 1,5 miliardi di euro […]”.

Il Sogno diventa Realtà

Dal libro di Domenico Petrone “Tutto Inizia dai Sogni”

…Proprio in quel periodo scattò in me la molla della necessità di inventarsi qualcosa di nuovo e scatenante. Non era più accettabile una crescita solo nel comparto produttivo, anche se pur importante e qualificante. Era opportuno allungare la filiera e la catena dei valori, occorreva per accelerare la crescita acquisire nuovi mercati e aggregare nuove competenze. Iniziai così un’attenta ed ambiziosa analisi e considerazioni industriali ed economiche, valutando aziende in difficoltà in via di dismissioni, prime tra tutte la Olivetti Computer di Scarmagno, successivamente i due stabilimenti Ericsson di Marcianise e Pagani, la Bull di Caluso e persino la grande Magneti Marelli Divisione Elettronica.

Paese che vai, Viasat che trovi

Di Marco Petrone Ceo VIASAT TELEMATICS e Direttore del Corporate Development VIASAT GROUP

Nel corso della celebrazione dei primi 40 anni di Viasat Group, il Presidente Domenico Petrone aveva annunciato un nuovo obiettivo aziendale che avrebbe caratterizzato tutte le susseguenti strategie di medio e lungo termine: “portare le tecnologie Viasat nel mondo”. Come tutte le società che operano nel settore della telematica, una volta deciso dove si vuole arrivare, occorre che venga definito un percorso che conduca alla destinazione prescelta. Tale percorso deve tenere conto della lunghezza delle strade, ma anche del tipo di velocità consentita, delle diverse condizioni esterne come il traffico, il tempo, la pericolosità, ecc. Per analogia, il team del Corporate Development che ha seguito la crescita internazionale del Gruppo Viasat, ha definito un percorso che conducesse là dove il Presidente desiderava che si arrivasse, tenendo conto di tutti questi fattori.

36/2017 – Newsletter Viasat

Alcuni argomenti a cui è dedicata la newsletter di Viasat: Un Futuro da Cavalcare, Intervista con Valerio GRIDELLI; Buon Compleanno Viasat, di Francesco SIGNOR; Il Sogno diventa Realtà, dal libro di Domenico PETRONE “Tutto Inizia dai Sogni”; Paese che vai, Viasat che trovi, di Marco PETRONE; l’Alba di un Nuovo Paradigma, di Massimo GETTO; Viasat Group punta forte sulla Ricerca, di Marco ANNONI. Il Futuro è qui, parola alle nostre consociate.

Una Certificazione Europea per l’ eCall

Il 31 marzo 2018 segnerà un importante passo avanti per la sicurezza delle persone che si mettono in viaggio sulle strade. Sarà infatti questa la data dalla quale tutte le auto di nuova omologazione dovranno essere dotate di un sistema automatico di chiamata di emergenza, denominato eCall, attraverso il quale si potrà segnalare un sinistro in modo automatico senza attendere che debba essere l’utente ad occuparsene. La logica è molto semplice: in caso di incidente poter intervenire con i soccorsi nel giro di pochi minuti può fare la differenza tra la vita e la morte. E secondo le stime, l’eCall può ridurre i tempi fino al 50%, fino a salvare 2500 vite nel giro di un solo anno.

Interoperabilitá e Portabilitá: se non ora, quando?

Le Scatole Nere sono ormai una realtà molto concreta tra gli automobilisti italiani e il ritmo di crescita non trova eguali in altri paesi del Vecchio Continente. A fine 2012 le Scatole Nere utilizzate dagli assicurati erano poco più di un milione, oggi superano i 4 milioni e mezzo. Nonostante un simile successo, sostenuto esclusivamente dalla naturale dinamica del mercato, non è stato ancora risolto il nodo cruciale della portabilità e interoperabilità dei dispositivi.