Segnalare un Black Point non è stato mai così facile

Il 20% degli incidenti stradali è causato dallo stato delle infrastrutture: buche, curve della morte, incroci pericolosi e molto altro. Da oggi segnalare un Black Point è ancora più facile. È disponibile una App gratuita per Smartphone e Tablet.
Una volta scaricata ed installata sul proprio dispositivo, basterà posizionarsi in prossimità di un Black Point, attivare l’App e scattare una foto: il sistema invierà la segnalazione alla Fondazione ANIA, che provvederà ad informare gli enti proprietari della strada affinché intervengano sul problema.
L’App può essere scaricata gratuitamente sugli Smartphone Android collegandosi al play store e sugli Smartphone e Tablet Apple collegandosi all’App store. Il progetto Black Point della Fondazione ANIA è nato nel 2008 e, in 6 anni, sono state raccolte migliaia di segnalazioni sui punti pericolosi della rete stradale italiana. Oltre alla nuova App, restano disponibili i sistemi tradizionali per segnalare i Black Point:

• un indirizzo e-mail: info@smANIAdisicurezza.it,
• un numero verde gratuito: 800.433.466,
• un numero per gli sms/mms: 331/2687575
• un recapito postale a cui gli automobilisti possono segnalare i punti particolarmente pericolosi della rete stradale.

Con questa iniziativa, patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture, la Fondazione da sempre vuole dare voce a chi circola sulla strada. Per questo è stato reso operativo un portale dedicato: www.smANIAdisicurezza.it. In base alle segnalazioni ricevute, la Fondazione sensibilizza gli enti preposti affinché rimuovano gli elementi di rischio di circolazione sulla strada.
La Fondazione ANIA provvede a monitorare l’attività degli Enti competenti e ne dà informazione a tutti coloro che hanno effettuato la segnalazione.
Inoltre, il portale è provvisto di una banca dati con l’indicazione dei punti neri e di un sistema cartografico in grado di indicare i percorsi più sicuri.
Uno strumento molto utile del portale, è la ricerca dei Black Point lungo una strada o in una città: fornito il nome della via e del comune, vengono elencate testualmente e graficamente tutte le segnalazioni già registrate.
L’ulteriore sviluppo del progetto ha portato all’interfaccia con i navigatori satellitari, di cui molte automobili sono dotate. Servendoci di questa tecnologia si può allertare il guidatore mentre si sta avvicinando ad un Black Point già segnalato. Il sistema di navigazione riproduce un segnale acustico per attirare l’attenzione del guidatore dell’approssimarsi di un punto pericoloso della circolazione.
Si può scaricare gratuitamente il software ed installarlo sul proprio navigatore collegandosi al sito blackpoint.smANIAdisicurezza.it.

Non ci sono post correlati.

Se ti piace, condividi!