RC auto: l’auto a metano costa di più

Oltre alla residenza, anche l’alimentazione della propria auto è importante da tenere presente se si vuole risparmiare sull’RC auto. Da uno studio di sostariffe.it emerge che assicurare un’auto a metano, Gpl e diesel è più costoso del 21% rispetto a un veicolo a benzina. La differenza è maggiore al centro nord e si assottiglia al centro sud, dove l’assicurazione costa ancora molto.
Tra i vari motivi il fatto che statisticamente le macchine a gas fanno più chilometri di quelle a benzina e quindi sono più esposte a sinistri.
Come descritto dall’articolo “L’rc auto: l’auto a metano ha un conto più salato” su Repubblica, di Sibilla Di Palma, per andare incontro agli automobilisti, in questi anni sono state proposte e messe in atto diverse iniziative: da un decreto legge che punta a ridurre i costi dell’assicurazione auto consentendo alcune clausole contrattuali che mirano ad abbattere le richieste fraudolente di risarcimento, all’obbligo per le compagnie (a partire da quest’anno) di offrire l’installazione di una scatola nera a proprie spese con l’obbligo di ridurre il premio a chi accetta.

E’ dimostrato che l’utilizzo della tecnologia satellitare sulle auto sia molto utile per smascherare le frodi assicurative, permettendo trasparenza ed efficienza nella gestione dei sinistri che si può trasformare in significative riduzioni di polizza per l’utente finale.
La telematica satellitare consente poi alle imprese di assicurazione di offrire ai propri clienti nuovi prodotti personalizzati e più convenienti, come le polizze pay per use, il cui premio è calcolato in base ai chilometri percorsi o le più evolute polizze pay as you drive, la cui tariffa è costruita in base allo stile e alle abitudini di guida.

A completamento dell’insieme dei vantaggi e benefici della scatola nera è anche la sua valenza di salvavita in quanto strumento di assistenza, protezione e sicurezza per chi è al volante. Infatti in caso d’incidente si invia un allarme automatico verso la centrale operativa per consentire la localizzazione del veicolo e l’invio tempestivo dei soccorsi necessari.
Infine abbiamo delle percentuali che rivelano benefici ed effetti concreti: una riduzione del 25% della frequenza dei sinistri, un tasso di ritrovamento dei veicoli rubati dell‘82%, un abbattimento del 50% dei tempi di intervento dei soccorsi in caso di incidente.

Per ulteriori informazioni sulla telematica per le compagnie assicurative clicca qui

Per le statistiche Viasat sulla Guida alla Sicurezza 2014 clicca qui

Se ti piace, condividi!