Quando tecnologia e intervento umano possono salvare la vita

Con il nostro sosCall abbiamo salvato 5 vite umane.
Siamo a Roma sulla via del mare.
Dopo una curva,  probabilmente affrontata ad alta velocità, il ragazzo alla guida perde il controllo della sua utilitaria che sbanda da un cavalcavia e fa un volo di 10 mt. Ma…
I 5 occupanti (tutti ventenni) sono stati estratti vivi grazie al pronto intervento dell’sosCall Viasat.

In queste poche righe c’è tutto il valore nel lavoro di Sicurezza e Assistenza che la tecnologia Viasat, in sinergia con la professionalità dei propri operatori di Centrale,  può fare nei casi di emergenza anche gravi.

SosCall 2.0 è il sistema di localizzazione e comunicazione che consente, in caso di pericolo, di inviare un messaggio di aiuto dalla proprio auto, per ricevere assistenza con un semplice gesto.
In caso di incidente, sosCall 2.0 genera automaticamente un allarme geolocalizzato verso la Centrale Operativa Viasat, consentendo, quindi, di indicare l’esatta posizione del veicolo alla Centrale e di attivare il contatto Viva Voce per fornire supporto ed eventuali soccorsi direttamente sul posto.

“Soccorrere un automobilista in difficoltà è una bella sfida – come ci spiega nell’ultima edizione della Guida alla Sicurezza 2016  Nicodemo Magliocca, Responsabile Servizi Telematici del Gruppo Viasat– Ci vuole preparazione, precisione e molto spesso sangue freddo. Ritrovare un auto o la merce rubata, o piuttosto salvare la vita a una persona perchè hai gestito i soccorsi in maniera efficiente e tempestiva, ti ripaga di tanto lavoro.” Questo forse è il valore  ultimo della tecnologia infotelematica.

Per leggere l’articolo di Marco de Risi  su Il Messaggero clicca qui
Per saperne di più su sosCall 2.0 clicca qui
Per saperne di più sulla Centrale Operativa Viasat clicca qui

Per leggere l’11° edizione della Guida alla Sicurezza Viasat 2016 clicca qui

 

 

Se ti piace, condividi!