Il motore del cambiamento

La funzione Amministrazione, Finanza e Controllo è stata protagonista negli ultimi anni di profonde trasformazioni che hanno inevitabilmente impattato anche sul ruolo assunto nella struttura dal direttore amministrativo e finanziario. Si presenta l’esperienza di un CFO che dopo 4 anni nel ruolo trae un primo consuntivo del lavoro svolto, verificando che le linee guida di sviluppo della funzione AFC abbiano dato frutti superando la dura prova dell’esercizio 2009. In che modo?
In un tale scenario la funzione AFC deve ampliare il proprio raggio d’azione e la propria influenza sul complesso delle attività aziendali fino a trasformarsi in un centro proprio di generazione di valore ed al CFO è richiesto di affiancare alle competenze tecniche in ambito amministrativo, contabile e finanziario nuove sensibilità e talenti: l’orientamento all’efficienza e la capacità di comunicare con efficacia sia all’interno dell’impresa, sia all’esterno, ma soprattutto, in una visione moderna della funzione, deve essere il motore del cambiamento all’interno delle organizzazioni. Cambiare o non cambiare è una precisa scelta. Il cambiamento comporta rischi, investimenti in uomini ed intelligenza, ma è l’unica strada per le imprese per continuare, nel lungo periodo, a perseguire con successo il proprio oggetto sociale. La trasparenza, il sentirsi parte di un gruppo per cogliere insieme l’obiettivo e la valorizzare delle  competenze e delle  risorse umane sono tra gli elementi che supportano e facilitano il cambiamento.

Questi e altri approfondimenti nell’articolo di Massimo Getto – Chief Financial Officer- Viasat Group S.p.A.
(fonte Amministrazione & Finanza)

Non ci sono post correlati.

Se ti piace, condividi!