Gestione Flotte: la telematica conviene

di Roberto Cortesi (Viasat Group)

La “governance dei costi” è sicuramente uno degli aspetti fondamentali che guidano le scelte dei responsabili delle flotte aziendali. La riduzione delle spese e l’efficienza operativa sono gli obiettivi primari che i Fleet Manager devono perseguire. Questo vale per chi gestisce una flotta aziendale in proprio, ma anche e soprattutto per le società di noleggio a medio e lungo termine o di car sharing che devono necessariamente proporsi al mercato in un’ottica di Tco (Total cost of ownership, costo totale del veicolo in tutto il suo arco di vita e di esercizio). Il tutto senza compromettere la qualità dei servizi offerti agli utilizzatori finali. La telematica e la telemetria a bordo veicolo (ad esempio installando dispositivi come la black box) sono una delle tendenze che i Fleet Manager stanno seguendo per contenere i costi con un occhio attento alla sicurezza. Utilizzare la telematica sulle flotte non rappresenta più un’opzione, bensì un’irrinunciabile necessità per poter disporre, in maniera strutturata, tramite una web console dedicata, di dati e report statistici in grado di supportare il Fleet Manager nelle sue scelte operative per gestire con efficienza la propria flotta.

I dispositivi telematici satellitari installati a bordo del veicolo consentono di monitorare puntualmente il consumo di carburante o i chilometri percorsi, la geolocalizzazione delle vetture, la velocità e lo stile di guida, senza dimenticare i servizi di assistenza per il recupero del veicolo in caso di furto o per la sicurezza dell’automobilista. Se a questo si aggiunge anche l’opportunità di abbinare un’offerta assicurativa vantaggiosa, in termini di risparmio, diventa ancora più evidente come un investimento di questo tipo si ripaghi abbondantemente e in tempi molto rapidi, garantendo nel contempo una drastica riduzione dei costi di esercizio.

Se ti piace, condividi!