E’ la Toscana la regione in cui aumenterà di più l’assicurazione Auto

Da un recente articolo sul Tirreno Edizione Prato emerge che la Toscana è la regione italiana in cui è concentrata la percentuale più elevata di denunce di sinistri, dato che porterà il 5,40% degli automobilisti che vi risiedono a veder peggiorare la propria classe di merito, con il conseguente aumento del costo della polizza RC auto.In numeri, parliamo di circa 130.000 automobilisti costretti ad affrontare un rincaro.
E a Prato i rincari saranno maggiori, visto che, insieme a Livorno, è la città della Toscana dove si sono verificati il maggior numero di sinistri stradali.

Il Decreto Destinazione Italia prevede uno sconto minimo del 7% della polizza per tutti coloro che scelgono di installare un dispositivo satellitare sulla propria vettura; ma lo sconto può essere molto più corposo grazie alla concorrenza tra le compagnie: si parla addirittura di percentuali pari al 10% e 15%.
Di fronte al fenomeno tutto italiano del caro  tariffe, il più alto in Europa, diventa prioritario avere degli strumenti che permettano di ottimizzare i costi di gestione delle polizze, soprattutto in un’ottica di riduzione drastica delle frodi, perché il calo delle tariffe è associato soprattutto al successo delle norme antifrode. La telematica offre degli strumenti che possono divenire fondamentali per evitare le furbizie che caratterizzano l’automobilista italiano.

La scatola nera permette anche alle assicurazioni di monitorare lo stile di guida dei propri clienti e disporre di dati di fondamentale importanza. Da qui diverse sono le formule di polizze “su misura” legate ai chilometraggi percorsi o legate agli stili di guida: ad esempio la soluzione Pay per Use che basa lo sconto assicurativo solo sul dato di percorrenza chilometrica effettiva, registrato dal modulo Gps installato nella Black Box; o anche soluzioni Pay As You Drive, in base alla tipologia di strada, all’ora, al giorno della settimana, alla stagionalità.

Per leggere l’intero articolo vai su Il Tirreno
Per saperne di più sulle soluzioni per le compagnie assicurative Viasat clicca qui

Se ti piace, condividi!