Luci e ombre sull’ipotesi di riforma

Da tempo si parla delle modifiche alla RcAuto, che porteranno vantaggi agli automobilisti ma presumibilmente anche alcuni svantaggi. Prima della fine dell’anno è possibile che il ‘pacchetto Vicari‘ sarà in dirittura d’arrivo. Nell’articolo apparso recentemente su Quattroruote, Cosimo Murianni evidenzia i principali argomenti su cui si articola il dibattito.

In prima battuta si accenna ad un vantaggio per gli automobilisti relativamente all’installazione della scatola nera a bordo:

Viene stabilito una volta per tutte che l’installazione, la rimozione la sostituzione e portabilità della scatola nera legata alla Rc auto sia interamente a carico delle assicurazioni le quali, di fronte all’accettazione del dispositivo da parte dell’assicurato, devono pure concedere una riduzione del premio non inferiore al 10% rispetto a quello base applicato l’anno precedente.

Anche in materia di riparazioni ci potranno essere delle novità:

 Il danneggiato che accetterà dalla propria compagnia il risarcimento in forma specifica, cioè la riparazione del veicolo invece di un indennizzo in denaro, riceverà uno sconto non inferiore all’8% rispetto al premio applicato su base nazionale. Tale riduzione sale al 12% in alcune aree che saranno individuate con un apposito decreto.

La conclusione dell’articolo riporta un ultimo elemento dove le compagnie assicurative saranno le beneficiarie, infatti si parla di tempi del risarcimento che si prevedono più lunghi di quelli attuali:

Secondo la bozza, il termine che un’assicurazione avrebbe per risarcire i soli danni alle cose passa da 60 a 90 giorni quando la denuncia contiene una sola firma; passa da 30 a 45 giorni se il “modulo blu” è sottoscritto da entrambi i conducenti.

Per leggere l’intero articolo clicca qui.

Se ti piace, condividi!